L’arredamento dei centri estetici

Centri estetici e parrucchieri non sono attività come tutte le altre: questi particolari tipi di negozi richiedono un arredo piuttosto unico nel suo genere. Non stiamo parlando delle poltrone d’attesa o simili, ma di arredamento che è fortemente connesso al lavoro svolto.

Se attività come il taglio dei capelli, la pedicure e la manicure non richiedono particolari postazioni, la situazione cambia quando si tratta di trattamenti leggermente più complessi. In questo ambito infatti è inconcepibile improvvisare, visto che il cliente deve trovarsi in una posizione comoda e allo stesso tempo il parrucchiere o l’estetista di turno devono essere nelle migliori condizioni per lavorare.

Lettini per massaggi e altri mobili per i centri estetici hanno costi piuttosto consistenti…

I lettini per massaggi centro estetico o per l’epilazione laser a Roma così come in qualunque altra parte d’Italia, hanno costi d’acquisto e di installazione piuttosto elevati: va comunque detto che l’investimento del centro estetico in questo senso è assolutamente indispensabile.

Va anche poi specificato come vi siano alcuni elementi di contorno che, seppur secondari nell’economia dell’attività, sono indispensabili per far sentire a proprio agio la clientela: luci e pannelli luminosi ad esempio, sono comunemente molto diffusi nei centri specializzati.

Allo stesso modo anche i carrelli, utili agli operatori per trasportare facilmente i ferri del mestiere, hanno dei costi non indifferenti e sono un elemento praticamente imprescindibile di ogni centro estetico che si rispetti.

Se avete intenzione di aprire un centro estetico, è bene sapere che la strumentazione vi costerà parecchio denaro

A ciò che è arredamento poi, va aggiunta anche la strumentazione vera e propria. Se pensavate dunque di aprire un centro estetico senza sborsare troppi soldi, è bene sapere che saranno diverse le decine di migliaia di euro che servono tra mobili e ferri del mestiere.

Tirare al risparmio, magari adottando soluzioni low-cost, potrebbe dare una brutta immagine della vostra nuova attività e avere un effetto disastroso. Si tratta, in poche parole, di un investimento dovuto per poter aver un buon impatto sul mercato e poterne così giovare poi sul medio-lungo periodo.

 

2018: l’arredamento che verrà

L’arredamento, così come tantissimi altri campi, segue le correnti dettate dalla moda e dagli influencer. In questo contesto così dinamico e attivo, bastano pochi mesi per veder ribaltati letteralmente i gusti più in voga: ciò che fino a poco fa era considerato cool, può diventare improvvisamente vetusto e fuori luogo.

Sotto questo punto di vista, per mantenersi al ritmo con i tempi, bisogna essere estremamente attenti ai mobili e all’arredamento che vogliamo utilizzare per la nostra casa. Seguire l’onda infatti, spesso può essere controproducente: bisogna infatti, cercare di anticipare i tempi, captando già a naso alcuni trend che potrebbero sconvolgere di lì a poco tutto l’ambiente.

Cosa dobbiamo aspettarci dal 2018?

Il 2017 è stato un annata all’insegna del vintage, con un ritorno a forme e colori degli anni ‘50 e ‘60. Un senso di nostalgia piuttosto diffuso (non solamente per quanto riguarda i mobili) che ha caratterizzato il modo di concepire e percepire tutto ciò che è arredamento.

Il 2018, stando a quanto affermato dagli esperti, sarà un’annata notevolmente diversa. A quanto pare infatti più che lo stile e le forme ci si concentrerà sui colori: accompagnati dalle inevitabili innovazioni tecnologiche (e annessi materiali) il 2018 potrebbe essere all’insegna dei colori vivaci, soprattutto per stanze come le camere da letto e mobili annessi.

Il verde e il blu potrebbero, in questo ambito, ritagliarsi uno spazio predominante rispetto alle altre variazioni cromatiche. Un gradino sopra il rosa, che manterrà comunque una vasta fetta di ammiratori e, piano piano, arriveranno staccati tutti gli altri colori.

Materiali moderni o antichi? Basta non scegliere compromessi!

Confermata la tendenza del 2017 per quanto riguarda superfici e pavimenti: o classici o super moderni. Lo scontro tra cotto, marmo, piastrelle e materiali ultra moderni come resina e microcementi vari è sempre più nel vivo. Unica regola? non mischiare i due stili… per il resto si tratta esclusivamente di gusti personali.

 

5 consigli per arredare in maniera originale la tua casa

La mobilia è parte essenziale di ogni arredamento: dalla casa più povera e spartana alla dimora più lussuosa e opulenta, i mobili sono un elemento assolutamente indispensabile non solo per un fattore meramente estetico, ma anche per consentirci di stipare oggetti di dimensioni ridotte al loro interno.

Dai mobili sexy alle librerie con forme pazzesche: gli ingredienti giusti per un arredamento fuori dalle righe!

Proprio in virtù della loro duttilità e varietà, nel mondo sono presenti una serie di mobili piuttosto bizzarri, capaci di lasciare a bocca aperta la maggior parte delle persone, catturando l’attenzione dei più eccentrici proprietari di appartamenti.

 

  • Lo sapevate che esistono in commercio dei mobili sexy? L’autore di questa bizzarra mobilia è l’olandese Mario Philippona. Si tratta di un uomo caratterizzato da due grandi passioni: il legno e le donne. Le sue opere d’arte sono costituite da mobili con forme conturbanti e che ricordano, in maniera alquanto esplicita, natiche e seni femminili.
  • Se volete dare un tocco di stranezza alla vostra casa, il passo più facile da fare è quello di “buttarsi” sui cuscin bizzarri. Questo oggetto è disponibile nelle forme più svariate e fantasiose: si tratta di un metodo davvero facile ed economico per rendere unica la nostra abitazione.
  • Una tendenza sempre più diffusa è quella di affidarsi a librerie dalle forme assurde: che siano rotondeggianti, a forma d’albero o di qualunque altra fattura, un design così alternativo è il tocco di classe per quanto riguarda una casa originale.
  • Jason Taylor, famoso designer inglese, ha ideato qualche tempo fa una serie di mobili che ricordano da vicino pennelli e spazzole, con tanto di setole. Una soluzione davvero fuori dagli schemi!
  • Nonostante tutto però, per quanto riguarda stranezze e design eccentrico, sono le camere da letto ad avere la meglio: esistono arredamenti in blocco che sostituiscono una normale stanza in una camera da favola (nel vero senso della parola) con letti a baldacchino e altre particolarità che richiamano da vicino le fiabe.

 

Al giorno d’oggi, anche grazie al commercio in rete, trovare arredamento originale per la nostra abitazione non è più così difficile: basta gironzolare per la rete e troverete sicuramente “perle” da mostrare con orgoglio ai vostri ospiti!

Mobili usati: quando e perché

Antichi o moderni, elaborati o sobri, classici o moderni: i mobili sono il perno dell’arredamento e si tratta di oggetti assolutamente imprescindibili per ogni casa definibile come tale. Proprio per questa importanza, tali oggetti sono soggetti a dinamiche di mercato e trend legati alla moda.

Con la crisi però la mobilia è diventata quasi un lusso: sempre più persone si affidano a mercatini, se non a siti online, per ottenere a prezzi molto bassi dei mobili il cui acquisto altrimenti peserebbe eccessivamente sul bilancio familiare.

Fate attenzione: esiste usato e usato

Usato si, ma quanto? In rete è possibile trovare facilmente dei mobili che vengono addirittura regalati. Naturalmente non aspettatevi nulla di particolarmente utilizzabile: nella maggior parte dei casi si tratta di tavoli o armadi consunti, fatti in legno fatiscente o di scarsissima qualità. Resta comunque da puntualizzare come questi possano essere una soluzione d’emergenza o una “pezza” magari da sistemare nella nostra cantina.

La qualità si paga sempre

Esistono poi quei mobili che, nonostante siano di seconda mano, sono ancora più che accettabili. Alcune persone dopo un restyling piuttosto intenso, non trovano più spazio per la vecchia mobilia e, non avendo spazio per conservare questi oggetti ingombranti, decide di metterli in vendita.

Frequentando i mercatini, i rigattieri o i siti giusti, si possono ottenere non solo mobili a prezzi decisamente accettabili, ma fare anche veri e propri affari! Naturalmente non si tratta di semplice fortuna: in questo campo bisogna avere una grande conoscenza dei materiali e soprattutto avere uno spiccato senso per il business.

Fate attenzione: esiste usato e usato

Se invece che pescare la perla nascosta vi accontentate di avere un mobile solido e di valore seppur usato, esistono una serie di fiere più o meno grandi sparse per tutta la penisola. Con qualche ora di auto nel weekend, è difficile che non abbiate qualche manifestazione di questo genere a portata di mano.